Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Segnalazione e commenti su eventi collegati a manifestazioni pirotecniche.

Moderatori: Carlo, Gj Power

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 12 – Lumi Casapesenna / sant’Antonio 2014 – Possibile individuazione di un BARICENTRO LUMINOSO – PIAZZA PETRILLO, zona pannello, galleria di archi “sud”

Di seguito le ennesime riproposizioni fotografiche di archi ubicati nella GALLERIA SUD alle spalle del pannello.

Coll’aiuto di Google Maps (o Google Earth), si nota come anche essi siano stati ripresi camminando da ovest verso est. Eppure – cosa spiacevolissima! - ciascuno mette in bella mostra il rispettivo “lato B” anziché il “lato A”.

Occhio alle parti evidenziate in verde!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 13 – Lumi Casapesenna / sant’Antonio 2014 – Possibile individuazione di un BARICENTRO LUMINOSO – PIAZZA PETRILLO, zona dei mezzi archi piú ad occidente

In relazione alla zona piú occidentale di piazza Petrillo, purtroppo, non abbonda una significativa campionatura fotografica. Tuttavia, la sottostante immagine dà l’impressione che, salvo i quattro dell’isola spartitraffico, gli altri 12 mezzi archi messi di raso ai muri avessero i rispettivi “lati A” rivolti in direzione della folla.

Occhio alle parti evidenziate in rosso!

Immagine
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 14 – Lumi Casapesenna / sant’Antonio 2014 – Possibile individuazione di un BARICENTRO LUMINOSO – CORSO EUROPA

In questo messaggio appaiono cinque riproposizioni fotografiche degli archi installati in corso Europa.

Da notare come ciascuno scatto fotografico sia stato fatto avanzando da est verso ovest e in modo da mettere in mostra i vari “lati A”.

Occhio alle varie evidenziazioni in rosso!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Ultima modifica di Raffaele2012 il sabato 11 ottobre 2014, 16:29, modificato 1 volta in totale.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 15 – Lumi Casapesenna / sant’Antonio 2014 – Possibile individuazione di un BARICENTRO LUMINOSO – CORSO ITALIA

Ecco ora l’ennesima riproposizione fotografica di tre archi installati in corso Italia.

Da notare come ciascuno scatto fotografico sia stato fatto avanzando da sud verso nord, in direzione della linea ferroviaria.

Le varie evidenziazioni in verde fanno emergere i rispettivi “lati B”.

Immagine

Immagine

Immagine
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 16 – Lumi Casapesenna / sant’Antonio 2014 – Possibile individuazione di un BARICENTRO LUMINOSO osservando tutta piazza Petrillo, corso Italia e corso Europa – Riepilogo

Da quello che si riesce a capire, gli scatti fotografici effettuati da altro utente riguardano soltanto gli addobbi di una certa importanza, con evidente esclusione di tutti quei disegni di valore relativamente minore. Ciò nondimeno, è possibile tracciare un bilancio rispetto alla nostra ricerca di un eventuale baricentro luminoso almeno in funzione delle seguenti strade: piazza Petrillo, corso Italia e corso Europa.

Immagine


Purtroppo va osservato come il risultato conseguito dalla ditta A. Criscuolo di Lusciano (CE) sia stato indiscutibilmente negativo. O che perlomeno lo sia stato rispetto alle attese.

Giusto, però, andare con ordine.

L’ipotesi del sottoscritto è che gli addobbi della facciata della chiesa Santa Croce (lettera “C” nell’immagine) abbiano rappresentato un importante punto di riferimento per il posizionamento degli addobbi elettrici. Rispetto ad essi, infatti, si evince come tutti i ‘disegni’ ubicati verso occidente (lettera “S” e frecce in rosso alla sinistra di chi legge) e verso oriente (lettera “P” e frecce in rosso alla destra del lettore) rivolgessero ‘correttamente’ i propri “lati A”.

In relazione ad un quadro cosí idilliaco, però, la prima stonatura riguarda gli archi di corso Italia i quali paiono tutti rivolgere idealmente alla facciata della chiesa Santa Croce i “lati B” anziché i “lati A” (vedasi le frecce gialle).
In poche parole, è come se questi ‘disegni’ avessero avuto un proprio indefinito “baricentro luminoso” verso la vicinissima stazione ferroviaria di Albanova, ubicata nel territorio comunale di San Cipriano D’Aversa (vedasi il punto interrogativo sempre colorato in giallo).

Tuttavia il fondo viene toccato con la “galleria sud” sita dietro il pannello di piazza Petrillo. Le fotografie di cinque archi su sei, infatti, mostrano come i ‘disegni’ fossero stranamente leggibili da est anziché da ovest, come se nei paraggi sorgesse un altro indefinito “baricentro luminoso”.
Alfine di avere una rapida cognizione del disastro, al lettore basta guardare la direzione verso sinistra (e non piú opportunamente verso destra!) delle freccette verdi e il punto interrogativo sempre dell’identico colore.

Provando a tirare le somme rispetto alla ricerca di un eventuale “baricentro luminoso”, rimane l’impressione che l’impianto installato a Casapesenna per la ricorrenza 2014 di sant’Antonio dalla ditta A. Criscuolo di Lusciano (CE) recasse pesanti indizi di dispersività, amplificati dal fatto che le foto sui cui si è ragionati rimandavano soltanto alle tre principali strade del paese casertano.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

:laola: :laola: :laola: :laola: :laola:
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 17 – PROPOSTA MIGLIORATIVA PER GLI ADDOBBI ELETTRICI DI CASAPESENNA / SANT’ANTONIO

Malgrado trattasi di elementi scenografici storicamente di rilievo secondario nell’ambito delle Feste Patronali “Esterne” del Sud Italia, i Lumi hanno comunque ricoperto negli anni un ruolo di “razionalizzazione” e di “miglioramento” visivo delle aree interessate.

Purtroppo, però, il lavoro 2014 realizzato a Casapesenna per la ricorrenza di sant’Antonio dalla ditta A. Criscuolo di Lusciano (CE) si è mantenuto ben distante dalla rappresentazione di tale ruolo.


In particolare, circa i motivi legati alla “larghezza” degli addobbi, nonché al “posizionamento” e alla “presenza di ogni parte occorrente” (dal palo di sostegno laterale alle parti del ‘disegno’), s’invita a leggere anzitutto quanto sintetizzato nel POST 7 del corrente topic.

Circa il tentativo di individuare un unico ‘baricentro luminoso’ per gli impianti, invece, si propone la lettura di quanto scritto proprio nel POST 16, cioè nel precedente messaggio.

In poche parole, la sgradevole sensazione è che, malgrado l’ampio impegno mostrato, pure a Casapesenna la ditta A. Criscuolo di Lusciano (CE) abbia finito per seguire approcci mentali e procedure piuttosto standardizzati in grado di trascendere dalle caratteristiche degli specifici luoghi e dalle collegabili difficoltà logistiche. Non meno brutta, in particolare, è l’impressione che in qualche tratto si sia mirato soltanto al ‘riempimento sensazionale’ (vedasi i 4 maxi archi dello spazio antistante la chiesa Santa Croce), con maggiore soddisfazione del committente e/o del lumista (vista la possibilità di far lievitare ancora di un certo tot l’importo della fattura finale).

In questa terza e ultima tranche delle considerazioni del sottoscritto sui lumi di Casapesenna / sant’Antonio, perciò, ci si diletterà nel proporre e nel motivare una soluzione di installazione relativamente migliore di quella vista nel 2014.


P.S. Data l’unicità di trattazione (valutazione dei lumi di Casapesenna / sant’Antonio 2014), si fa presente che questo e i messaggi sottostanti proseguono colla numerazione.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 18 – PROPOSTA MIGLIORATIVA PER GLI ADDOBBI ELETTRICI DI CASAPESENNA / SANT’ANTONIO. ‘Baricentro luminoso’ rappresentato dal “tipo di addobbo”: PICCOLO PANNELLO nella parte orientale di piazza Petrillo

Malgrado la presenza di evidenti passaggi a vuoto nel momento dell’installazione, il sottoscritto vuole precisare che un lavoro come quello eseguito dalla ditta A. Criscuolo di Lusciano (CE) non è da cestinare del tutto.

La proposta migliorativa, in particolare, verte sull’individuazione del piccolo pannello della parte orientale di piazza Petrillo come unico e solo ‘baricentro luminoso’.

Trattasi, quindi, di un “baricentro” inteso in qualità di “tipo di addobbo”.


Immagine

Segue adesso un’illustrazione maggiormente dettagliata.


PIAZZA PETRILLO, PARTE ORIENTALE (piccolo pannello come “baricentro luminoso”)

In primo luogo, va precisato che il posizionamento di un piccolo pannello (di dimensioni simili a quello del 2014) andrebbe pur sempre rapportato alla disponibilità di budget, ma, soprattutto, al preliminare raggiungimento di “obiettivi ludici” maggiormente collegati alla specificità artistico-artigianale delle Feste Patronali “Esterne” del Sud Italia: ossia l’ingaggio, finalmente, di almeno un Concerto Bandistico (da non confondere con l’onesta bandicciuola processionale) e lo sparo di almeno un fuoco aereo diurno e di almeno un fuoco aereo notturno dotati di bombe da tiro, di spacchi e botta (nel caso di serale) e di fermate comprensive di controbomba (sempre nel caso di serale).

Per quanto concerne la doppia galleria di archi interi alle spalle del piccolo pannello, potrebbe restare identico il numero complessivo (6 per parte). Tuttavia è ancor piú essenziale che tutti i disegni siano leggibili da ovest verso est (vedasi la direzione delle frecce rosse), in modo da conferire reale unicità a questa sezione dell’intero impianto.

Ove mai fosse possibile, la ciliegina sulla torta sarebbe rappresentata dall’ubicazione (limitatamente al periodo di festa) di una cassarmonica esattamente sotto il piccolo pannello, magari radendo al suolo il monumento dedicato a don S. Vitale (ex parroco del posto deceduto anni or sono) che attualmente ne occupa il posto. Montrone docet, insomma.

Immagine

Immagine
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 18.1 – (segue da sopra)

PIAZZA PETRILLO, PARTE OCCIDENTALE


Questa sezione di piazza Petrillo abbraccerebbe sia quella antistante la chiesa Santa Croce sia quella nell’intersezione di corso Italia e corso Europa.

La migliore soluzione, considerando l’eccessiva larghezza dell’arteria, consisterebbe in un posizionamento “di raso ai muri” di diversi singoli pali aventi ciascuno una coppia di mezzi archi (vedasi i pallini in giallo della mappa del precedente messaggio).

A riguardo dei pali, inoltre, sarebbe inoltre importante che, lungo uno stesso versante, essi fossero piazzati a distanze tendenzialmente regolari l’uno dall’altro e che, in relazione a quelli del lato opposto, fossero nel contempo ubicati in modo quanto piú possibile perpendicolare (cioè l’uno di fronte all’altro).

Infine, si ribadisce l’importanza che ogni ‘disegno’ rivolga il proprio “lato A” verso lo spettatore.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 19 – PROPOSTA MIGLIORATIVA PER GLI ADDOBBI ELETTRICI DI CASAPESENNA / SANT’ANTONIO. ‘Baricentro luminoso’ rappresentato dal “tipo di addobbo”: PICCOLO PANNELLO nella parte orientale di piazza Petrillo – Primo vantaggio: una maggiore ‘qualità’ nella fase di installazione

Stando a quello che è letto nella discussione, a Casapesenna, per l’edizione 2014 della ricorrenza settembrina di sant’Antonio, la ditta A. Criscuolo di Lusciano (CE) ha installato «1 capostrada (di media dimensione), 72 archi, 24 mezzi archi, 2 pezzi sparsi e qualche altro addobbo intorno alla gigantografia del santo». Considerando anche la precisazione di cinque accensioni generali, trattasi, insomma, di un lavoro quantitativamente importante, seppure con evidenti limiti evidenziati dal sottoscritto nel corso del suo prolungato (e si spera interessante) intervento.

La proposta pubblicata a cavallo dei POST 18 e 18.1, invece, implicherebbe al massimo l’installazione di 1 piccolo pannello con 12 archi interi alle sue spalle e di un’altra decina di pali singoli nei paraggi della chiesa Santa Croce.

Decisi, ma soprattutto provvidenziali, quindi, sarebbero i tagli riguardanti, in primis, c.so Italia e c.so Europa (dove nel 2014 sono stati posizionati altri trenta archi interi), ma pure la strada verso San Marcellino, la zona retrostante la chiesa Santa Croce, via Don Diana e via Roma (dove sempre nel 2014 è risultata ubicata un’altra trentina di addobbi).


Ma quali sarebbero, pure per Casapesenna, i piú evidenti vantaggi legati a lavori apparentemente “sparagnini”?

Anzitutto, con una pesante riduzione dell’area interessata, la ditta di Lumi di turno potrebbe dare un’impronta maggiormente qualitativa al proprio processo di installazione.

D’altro canto che senso artigianale ha già oggi una ricorrenza di sant’Antonio con archi privi del palo laterale di sostegno? con 3 versioni di uno stesso ‘disegno’ installate lungo c.so Europa? con parti di addobbi sovrapposte fra loro anche in corrispondenza dl pannello di piazza Petrillo? Cosa si cela, inoltre, nell’impossibilità di individuare un unico, chiaro baricentro luminoso?

L’armonia del lavoro luminoso implica anzitutto la voglia dei committenti di veder adattata l’installazione ai luoghi interessati senza mai cercare una sorta di seppellimento tramite lampadine.
A sua volta la compattezza del processo di montaggio mira a creare un’ideale convergenza degli impianti, i quali rivolgono i rispettivi “lati A” verso un unico e chiaro “baricentro luminoso”.


Bisogna «armonizzare» e «compattare in un tutt’uno» le strade e le piazze senza trasmettere una deleteria sensazione di caos allo spettatore, quindi.

Ovviamente l’armonizzazione e il compattamento dei luoghi di festa richiedono anche la buona volontà del lumista, il quale dovrebbe dare prova di saggia “sincerità” nel momento della contrattazione.

In maniera realistica, però, va ricordato come non tutti gli esponenti di codesta categoria potrebbero agire con tale sincerità. Da un lato per la comprensibile fretta di agire (specie durante l’estate). Dall’alto lato per l’umanissimo timore di medio-lungo periodo di ricevere delle minori ordinazioni e quindi di conoscere bassi introiti, a maggior ragione se vi fosse la contemporanea richiesta di diminuire il numero di accensioni generali o parziali.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: Casapesenna (CE) - Sant'Antonio da Padova 2014

Messaggio da Raffaele2012 »

POST 20 – PROPOSTA MIGLIORATIVA PER GLI ADDOBBI ELETTRICI DI CASAPESENNA / SANT’ANTONIO. ‘Baricentro luminoso’ rappresentato dal “tipo di addobbo”: PICCOLO PANNELLO nella parte orientale di piazza Petrillo – Secondo vantaggio: possibilità di destinare somme di danaro per l’ingaggio di almeno un Concerto Bandistico e per il miglioramento dell’offerta pirotecnica aerea

In secondo luogo, specie per i committenti, non va trascurato che l’azzeramento degli addobbi elettrici in zone che paiono essere altrettanto nevralgiche (c.so Europa e c.so Italia) renderebbe inutile pure la presenza dei ‘disegni’ in diverse altre strade secondarie (strada verso San Marcellino, zona retrostante la parrocchia, via Don Diana e via Roma) fino ad innescare un “meccanismo a catena” capace di ripercuotersi positivamente su opportuni cali di ingaggio dei lumisti.

In cotal guisa, poi (magari anche con un contemporaneo taglio delle spese canterine), si potrebbe favorire un maggior utilizzo di capitali per la summenzionata contrattualizzazione di almeno un Concerto Bandistico e il citato auspicabile miglioramento del programma pirotecnico aereo.

SPECIALMENTE OGGIGIORNO, infatti, LA SEZIONE LUDICA DELLA KERMESSE SETTEMBRINA DI SANT’ANTONIO SI TROVA IN UNO STATO “COMATOSO” poiché è ridotta ad una successione di lampadine, cantanti di musica leggera, cantanti neomelodici e cabarettisti che la rendono piú simile ad un intrattenimento da pollaio (con tutto il rispetto per i pennuti…) che ad una Festa Patronale “Esterna” cosí come dovrebbe essere concepita nel Sud Italia.

Circa la Pirotecnica Aerea, in particolare, l’ultimo vero episodio di rilievo risale al remotissimo 2007 quando furono organizzati gli ultimi spari notturni degni almeno di questo nome. A lanciare bombe da tiro, spacchi e botta e fermate comprensive di controbomba furono i f.lli Di Fraia, Capasso di Aversa (CE) e i f.lli Di Ponio.


--------------------------------------------


Ho concluso per davvero. Ringrazio in anticipo per la pazienza mostrata tutti quegli amici di Pirovagando che, eventualmente, avranno letto le considerazioni e la proposta del sottoscritto riguardanti l’apparato elettrico di Casapesenna (CE) in vista della locale ricorrenza settembrina di sant’Antonio.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)


Rispondi

Torna a “Segnalazione eventi - anno 2014”