LUSCIANO (CE) - San Luciano Prete

Segnalazione e commenti su eventi collegati a manifestazioni pirotecniche.

Moderatori: Carlo, Gj Power

Avatar utente
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3216
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49
Re: LUSCIANO (CE) - San Luciano Prete

Messaggio da Raffaele2012 »

POST XX – PROPOSTA MIGLIORATIVA PER GLI ADDOBBI ELETTRICI DI LUSCIANO. ‘Baricentro luminoso’ rappresentato dal “luogo in sé”: PIAZZA CHIESA – La necessità irrinunciabile di una maggiore ‘qualità’ nella fase di installazione

Stando a quello che si legge nella discussione, nel 2014, a Lusciano, la ditta compaesana A. Criscuolo srl ha installato 1 piccolo “capostrada” e circa una trentina fra archi interi e pezzi sparsi. Un lavoro già quantitativamente ridotto, insomma, se viene ricordato che nelle ultime edizioni della kermesse erano presenti almeno un centinaio di addobbi.

Tralasciando l’inopportunità delle motivazioni esposte dal clero locale (aiuto dei poveri manco se il Comitato fosse l’Inps; restauro di parti della parrocchia dell’Assunta manco se il Comitato fosse la Soprintendenza dei Beni Culturali; vendita di bandiere coll’effige patronale manco se giocasse l’Italia ai mondiali di calcio), v’è ora da sottolineare la necessità di lavori futuri maggiormente qualitativi.

D’altro canto che senso artigianale ha già oggi una piazza Chiesa con due “versioni” dello stesso disegno? oppure un pannello che difetta di effetto prospettico in combinato con gli addobbi situati alle sue spalle? Cosa si cela, peraltro, in un secondo tratto di corso Costanzo con gli archi che rivolgono alla citata piazza non il “lato A”, ma il “lato B”?

L’armonia del lavoro luminoso implica anzitutto la voglia dei committenti di veder adattata l’installazione ai luoghi interessati senza mai cercare una sorta di seppellimento tramite lampadine.
A sua volta la compattezza del processo di montaggio mira a creare un’ideale convergenza degli impianti, i quali rivolgono i rispettivi “lati A” verso un unico e chiaro “baricentro luminoso”.


Bisogna «armonizzare» e «compattare in un tutt’uno» le strade e le piazze senza trasmettere una deleteria sensazione di caos allo spettatore, quindi.

Ovviamente l’armonizzazione e il compattamento dei luoghi di festa richiedono anche la buona volontà del lumista, il quale dovrebbe dare prova di saggia “sincerità” nel momento della contrattazione.
In maniera realistica, però, va ricordato come non tutti gli esponenti di codesta categoria potrebbero agire con tale sincerità. Da un lato per la comprensibile fretta di agire (specie durante l’estate). Dall’alto lato per l’umanissimo timore di medio-lungo periodo di ricevere delle ordinazioni sempre minori e quindi di conoscere introiti sempre piú bassi, a maggior ragione se vi fosse la contemporanea idea di far diminuire il numero di accensioni generali o parziali.


-------------------------------------------------


Ho concluso per davvero. Ringrazio in anticipo per la pazienza mostrata tutti quegli amici di Pirovagando che, eventualmente, avranno letto le considerazioni e la proposta del sottoscritto riguardanti l’apparato elettrico impiegato a Lusciano (CE) per la locale ricorrenza di san Luciano.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)


Rispondi

Torna a “Segnalazione eventi - anno 2014”