Benvenuto sul Forum di PIROVAGANDO. Se sei già registrato, puoi accedere anche con il tuo account Facebook.

CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSITE

Segnalazione e commenti su eventi collegati a manifestazioni pirotecniche.

Moderatori: Carlo, Gj Power

Avatar Pirovago
andrea83
Nuovo Pirovago
Messaggi: 6
Iscritto il: giovedì 27 agosto 2009, 16:27

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda andrea83 » martedì 7 maggio 2013, 16:27

Raffaele2012 ha scritto:
maiorese ha scritto:E' tutto inutile caro Carlo!!!!!Specialmente Raffaele dà tutto per veritiero:si è inventato un modo di svolgimento delle feste patronali,è convinto della bellezza degli spacchi e botta,è convinto che l'arte pirotecnica siano quasi esclusivamente le bombe da tiro,si misura in ragionamenti tecnici senza avere un minimo di competenza in materia (ultima diatriba fra stutate cilindriche e sferiche del 30 o 40) e via discorrendo.Non ha capito che così facendo diventa un pò ridicolo e la maggior parte dei pirovaghi non ritiene opportuno neanche rispondere o intervenire nelle sue lunghe disertazioni.Ripeto che la cosa che mi irrita di più è che continua ad intervenire non con pareri personali,che sarebbero accettabili,ma come fosse un trattato di verità da cui nessuno può dissentire e che tutti devono accettare come tale.


Maiorese, ti rispondo per punti.

1) Le Feste Patronali Esterne del sud Italia non sono una mia invenzione perchè esistevano già prima che io nascessi. La centralità ludica dei Concerti Bandistici e della Pirotecnica Aerea, in particolare, trova fondamento in un percorso storico ampiamente dimostrabile pure con documenti d'epoca; nel buon senso di chi è chiamato a riempire le giornate dall'alba alla sera inoltrata innanzi ad una cronica scarsità di fondi; nella specificità artistica di forme espressive che non si ripetono quotidianamente in un dato posto ma che possono arricchire le esperienze umane e cognitive di ognuno. Rispetto a ciò, poi, il resto degli eventi secondari e delle scenografie (dai cantanti fino ai Lumi) è, appunto, di mero contorno poichè non risponde, in contemporanea, ai succitati motivi.

2) Non ho scritto che l'Arte Pirotecnica Italiana è solo fatta con bombe da tiro, ma che quest'ultime, per il loro grado di riuscita, sono da considerarsi il livello espressivo più alto di un'intera sparata. Quindi una loro assenza non può che declassare il livello pirotecnico complessivo.

3) La "diatriba" fra artifizi a sfera e cilindrici si fonda sulla Geometria Solida la quale non è un'invenzione del sottoscritto, ma una disciplina che vanta secoli e secoli di storia. Ho tuttavia precisato che ogni considerazione a riguardo avveniva al netto dell'uso della carica di lancio e, soprattutto, della composizione della polvere di spacco interna ai cartocci.

Dunque, Maiorese, ti invito cortesemente a essere meno irriconoscente colla Geometria Solida e ti invito, con altrettanta cortesia, a confutarmi con argomenti più convincenti. Accusare il prossimo soltanto di incompetenza, infatti, non basta.

4) E' dal primo giorno di iscrizione a questo sito che io leggo e non leggo i vari messaggi sulla base dell'interesse provato. Perciò, Maiorese, non mi meraviglio del fatto che altri si rifiutino di leggere i miei. E' nella normalità delle cose.

5) Non tutto ciò che scrivo è un mero parere personale, ma il frutto di osservazioni "imparziali" che chiunque può fare. Pure tu, Maiorese. Ad esempio sostenere che una ripresa diurna "a colpi scuri" è meno rifinita nei dettagli di un'identica ripresa diurna "a colpetti" non costituisce un'opinione, ma un dato di fatto poichè è relativamente più complicato far esplodere allo stesso istante un numero maggiore di guarnizioni.




Carissimo Raffaele,
partendo dal presupposto che io non sia bravo come te e che non conosca l'arte pirotecnica come te, naturalmente è un tuo pensiero che il punto più alto dell'arte pirica italiana siano le bombe di tiro perchè per me e per molti altri non lo sono.
Le bombe di tiro sono belle da vedere è sicuramente sono difficilissime da fare, come altrettanto difficili da fare e belle da vedere sono le coreografie all'apertura dello spettacolo con fermate e sfere, come altrettanto difficili da fare e belli da vedere sono finali e chiusure con le bombe cilindriche e perchè no come altrettanto difficili da fare artigianalmente sono quelle sfere del 40, sai in Sicilia I Vaccalluzzo e Chiarenza sono dei veri e propri Maestri, che sembrano delle vere giapponesi.
Dalle mie parti, in Calabria dove sparano per lo più ditte siciliane o comunque l'influsso pirotecnico delle ditte siciliane si fa sentire la parte più seguita dello spettacolo è il finale e durante il lancio, prima del finale, delle bombe sferiche del 40'.
Gli spacchi e botta mi disse una volta un fuochista che sono un riempitivo ne più ne meno.
Le bombe da Tiro sono importanti ma non sono tutto lo spettacolo, ognuno la può pensare come meglio crede.......
Avatar Pirovago
maiorese
Pirovago Attivo
Messaggi: 363
Iscritto il: venerdì 10 luglio 2009, 1:03

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda maiorese » martedì 7 maggio 2013, 19:01

Si continua a giocare sugli equivoci e come un navigato politico dici delle verità per poi utilizzarle per avallare i tuoi convincimenti che ,se pur rispettabilissimi ,sono per lo più non condivisi dalla maggioranza degli appassionati e dei tecnici del settore pirotecnico. Andiamo per punti come fai tu. 1)La dizione Feste Patronali esterne,anche se rispondente alla realtà,è stata usata da te per la prima volta e sul suo svolgimento ristretto alla sola pirotecnica aerea ed ai concerti bandistici e prettamente una tua idea fissa.Ti posso assicurare ,con la mia esperienza di ultrasessantenne ,che da sempre nelle feste patronali sono stati eseguiti altri tipi di spettacoli e di manifestazioni. 2)La tua lezione sul volume delle sfere e dei cilindri avente uguale raggio è perfetta,ma dimmi un pò se hai mai visto una bomba cilindrica cal. 40??Quindi come ben si evince il tuo ragionamento non è aderente alla realtà della pirotecnica ma puramente teorico.Inoltre le bombe "stutate" sferiche del 40 si presentano,se fatte a regola d'arte in modo molto più ampio e circolare di una "stutata" cilindrica. 3)Le bombe da tiro sono senza dubbio un livello espressivo alto delle capacita di un pirotecnico,ma allo steso modo di tanti altri prodotti che servono a rifinire e completare uno spettacolo pirotecnico,quindi sono uno dei tanti componenti dell'arte pirotecnica non il solo e più importante. 4)Che le tue,poi,sono delle osservazioni imparziali c'è molto ma molto da discutere e questa tua ultima affermazione la dice lunga sulla tua presunta imparzialità.
Avatar Pirovago
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3212
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Raffaele2012 » martedì 7 maggio 2013, 19:05

POST 1/2
andrea83 ha scritto:Carissimo Raffaele,
partendo dal presupposto che io non sia bravo come te e che non conosca l'arte pirotecnica come te, naturalmente è un tuo pensiero che il punto più alto dell'arte pirica italiana siano le bombe di tiro perchè per me e per molti altri non lo sono.
Le bombe di tiro sono belle da vedere è sicuramente sono difficilissime da fare, come altrettanto difficili da fare e belle da vedere sono le coreografie all'apertura dello spettacolo con fermate e sfere, come altrettanto difficili da fare e belli da vedere sono finali e chiusure con le bombe cilindriche e perchè no come altrettanto difficili da fare artigianalmente sono quelle sfere del 40, sai in Sicilia I Vaccalluzzo e Chiarenza sono dei veri e propri Maestri, che sembrano delle vere giapponesi. (...)

Ciao Andrea83, sono io ad avere il dovere di premetterti che non posseggo medaglie da esibire nè desidero averne.

In merito a questa parte del tuo post, invece, ti scrivo che il "problema" non è sapere quant'è difficile fabbricare gli artifizi, bensì capire quale di essi diventa sinonimo di un livello di riuscita particolarmente arduo.

In quest'ultima ottica le bombe da tiro rappresentano il punto più alto data la possibilità di essere particolarmente lunghe (specie nei diurni) e/o di recare al proprio interno un numero di componenti assai variegato per composizione (specie nei notturni, fra spacco della bomba con più o meno effettistica correlata, guarnizioni a colpi e a stelle, controbomba con almeno due tipi di stelle differenti fra parte interna e cannoli, controcolpo).

Nessuna altra tipologia di granata, indipendentemente dalla forma, trasmette un livello di riuscita così particolarmente arduo: nè una volata di 15 stutate cilindriche a un giro cadauna, nè una c.d. stutata sferica calibro XXL prima della scarica.

Dunque è possibile precisare ulteriormente che, nella Pirotecnica Aerea Italiana, il numero di pacche e/o la varietà della componentistica indica un livello più complesso di riuscita per la granata di turno: ecco motivato perchè le bombe da tiro rappresentano da sole il 50% del livello artistico-artigianale di ogni sparata.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)
Avatar Pirovago
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3212
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Raffaele2012 » martedì 7 maggio 2013, 19:30

POST 2/2
andrea83 ha scritto: (..) Gli spacchi e botta mi disse una volta un fuochista che sono un riempitivo ne più ne meno. (...)

Prendo atto dell'episodio da te citato. Ciò malgrado mi permetto umilmente di scriverti che l'esecuzione degli spacchi e botta ha un valore intrinseco per nulla da disprezzare, anzi.

Lo spacco e botta è luce e suono, cadenza visiva e acustica. Esso va letto singolarmente e nell'ambito della catena complessiva di almeno 50 unità di cui dovrebbe far parte.

La lettura "singola" implica che lo spacco debba svilupparsi in maniera tendenzialmente circolare rispetto al punto di ubicazione dello spettatore, mentre la "botta" esplode in modo tale da non suggerire alcuna idea di accavallamento rispetto allo spacco medesimo.

La lettura "complessiva" implica che ogni spacco e botta si concateni cogli altri senza alcuna idea di accavallamento, determinando una cadenza di luce e rumore la più uniforme possibile.

Lo "spacco e botta" riesce particolarmente male quando spacco di stelle e la botta fanno una cannonata.

Altro che riempitivo, insomma!

L'esigenza della cadenza fa sì che 50 spacchi e botta siano, singolarmente e collettivamente, caratterizzati da un livello di riuscita che è relativamente più alto, ad esempio, di 50 sfere giapponesi "semplici" (cioè che liberano stelle anzichè guarnizioni).

Ciò perchè mentre alle 50 stelle giapponesi "semplici" è possibile dare una qualsiasi cadenza prestabilita (farle salire una alla volta o tutte assieme, ad intervalli più o meno regolari), per una serie di almeno 50 spacchi e botta non è possibile accellerare i ritmi in modo tale da determinare i succitati accavallamenti.

Va comunque ammesso che, nell'epoca delle centraline, è possibile regolare la salita dei vari artifizi, inficiando in parte la cadenza collettiva degli spacchi e botta. Ciò malgrado resta vero che i microchip non sono stati ancora infilati nei mortai e che le stesse centraline non poche volte fanno semplicemente cilecca.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)
Avatar Pirovago
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3212
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Raffaele2012 » martedì 7 maggio 2013, 20:04

maiorese ha scritto:Si continua a giocare sugli equivoci e come un navigato politico dici delle verità per poi utilizzarle per avallare i tuoi convincimenti che ,se pur rispettabilissimi ,sono per lo più non condivisi dalla maggioranza degli appassionati e dei tecnici del settore pirotecnico. Andiamo per punti come fai tu. 1)La dizione Feste Patronali esterne,anche se rispondente alla realtà,è stata usata da te per la prima volta e sul suo svolgimento ristretto alla sola pirotecnica aerea ed ai concerti bandistici e prettamente una tua idea fissa.Ti posso assicurare ,con la mia esperienza di ultrasessantenne ,che da sempre nelle feste patronali sono stati eseguiti altri tipi di spettacoli e di manifestazioni. 2)La tua lezione sul volume delle sfere e dei cilindri avente uguale raggio è perfetta,ma dimmi un pò se hai mai visto una bomba cilindrica cal. 40??Quindi come ben si evince il tuo ragionamento non è aderente alla realtà della pirotecnica ma puramente teorico.Inoltre le bombe "stutate" sferiche del 40 si presentano,se fatte a regola d'arte in modo molto più ampio e circolare di una "stutata" cilindrica. 3)Le bombe da tiro sono senza dubbio un livello espressivo alto delle capacita di un pirotecnico,ma allo steso modo di tanti altri prodotti che servono a rifinire e completare uno spettacolo pirotecnico,quindi sono uno dei tanti componenti dell'arte pirotecnica non il solo e più importante. 4)Che le tue,poi,sono delle osservazioni imparziali c'è molto ma molto da discutere e questa tua ultima affermazione la dice lunga sulla tua presunta imparzialità.

Maiorese, apprezzo molto la tua partecipazione ai miei interventi e per questo ti ringrazio. Però preciso nel contempo che il forum serve per risolvere gli equivoci e non per crearne. Perciò ti rispondo per punti, sulla scia dei tuoi, ovviamente.

1) Non metto in dubbio la tua esperienza. Mi permetto soltanto di evidenziare che i committenti di Feste Patronali "Esterne" Meridionali hanno fatto/fanno/continueranno a fare scelte che spostano progressivamente l'asse centrale dell'impostazione festaiola da elementi che includono una certa vocazione al richiamo collettivo, praticità, buon senso e "non quotidianità" (Conc. Bandistici e Pir. Aerea) ad elementi che mancano di ciò in tutto o in parte (cantanti e Lumi in primis).
Si tratta di un processo che ha subito una pesante accellerazione dagli anni Sessanta del Novecento, quelli del boom economico; insomma dagli anni che grosso modo possono aver segnato il tuo avvicinamento al mondo festaiolo.

2) Il mio ragionamento sulla cilindrica cal. 40 fungeva comprensibilmente da esempio rispetto ad un pari calibro sferico. In seguito, però, ho anche scritto che una granata cilindrica poteva, a livello di volume, superare financo l'artifizio "a palla" malgrado avesse diametri più bassi del 40.
Ti riporto le esatti parole, tratte dalla pag. 1 del topic sui video 2013 di Diso (http://forum.pirovagando.it/viewtopic.php?f=5&t=5058&start=0)
Raffaele2012 ha scritto: (...) Ammettendo per ipotesi un diametro pari a 40 centimetri - e, quindi, un raggio pari a 20 cm - il volume di una sfera è il seguente: (...)
V = 4 x 3,14 x 8000 / 3
V = 99.200 / 3
V = 33.493 cm3

(...)

Ciò malgrado resta pur sempre possibile superare il volume della sfera anche con dimensioni differenti:
- ad esempio con artifizi cilindrici di diametro 26 e altezza 80 centimetri (3,14 x 132 x 80 = 42.452,8 cm3);
- oppure con artifizi cilindrici di diametro 28 e altezza 70 centimetri (3,14 x 142 x 70 = 43.080,8 cm3).

Al di là di ogni prudenza, ti invito a riflettere sui diametri e sulle altezze qui sopra descritte. Non è necessario che tu mi risponda, comunque!

3) Le bombe da tiro sono il 50% del livello artistico-artigianale di ogni sparata aerea perchè possono raggiungere "lunghezze" e variazione di composizione per ciascuna delle parti interne che non si registra in alcun altro tipo di artifizio, cilindrico o sferico che sia.

4) Dunque, in virtù dell'esempio da me citato nel precedente post, una ripresa diurna a colpetti dotata di una maggiore rifinitura rispetto ad una ripresa a colpi scuri resta un'opinione? Oppure diventa addirittura una... congiura?
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)
Avatar Pirovago
Carlo
Moderatore
Messaggi: 4804
Iscritto il: venerdì 2 febbraio 2007, 8:39
Località: Recco (GE)
Contatta:

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Carlo » martedì 7 maggio 2013, 20:19

http://www.youtube.com/watch?v=0zqQygN4ZBA

Piccolo intermezzo tra un postulato e l'altro con qualche foto dello spettacolo di "Zio Piro" Gianni Vaccalluzzo:

Immagine Immagine Immagine Immagine
Alle volte, pirotecnicamente parlando, ci si accorge di non essere proprio così superati!
Ambasciatore nel mondo delle feste e tradizioni pirotecniche liguri
http://quartiereleopard.blogspot.it ossequi
Avatar Pirovago
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3212
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Raffaele2012 » martedì 7 maggio 2013, 21:40

A questo punto, trascorse ben 24 ore, mi permetto di esporre la "morale" della storiella della donna impeciata dentro e fuori.

Una veloce premessa per chi non avesse avuto modo di seguire. Tutto nasce dall'interessante post di Gigi092 sito nella pag. 25 di questo topic; per l’esattezza da questa parte:
gigi092 ha scritto:(...) 3)bastava essere presenti per capire che i migliori fuochi sono stati il primo e l'ultimo per il 99,9 non si parlava d'altro,comunque anche gli altri hanno fatto vedere alcune bombe buone ma 4-5 pezzi non bastano contro 2 spettacoli del genere

Sicchè avevo risposto nel modo sottostante:
Raffaele2012 ha scritto:(...) 3) Del Vicario e Zio Piro: il primo e l'ultimo in ordine di esibizione, insomma. In merito a questo punto, voglio velocemente raccontarti la storiella della donna impeciata dentro e fuori.

Ora faccio copia-incolla della storiella salvo poi spiegarla nel messaggio successivo:

Un insegnante di religione stava raccontando ai suoi studenti l'Antico Testamento e, per la precisione, era giunto al momento della creazione di Eva:
" ...e Dio disse: Adamo, io ti darò una donna!".

Uno studente, però, vinto dalla noia si addormentò esattamente a quelle parole.

Dopo circa un quarto d'ora lo studente si risvegliò mentre l'insegnante esclamava: " ...e che essa sia impeciata dentro e fuori!".

A questo punto lo studente, per dare l'impressione di aver seguito attentamente, s'alzò di scatto in piedi e chiese repentino:
"Professore, ma com'è possibile che una donna sia impeciata dentro e fuori?".

Povero studente-secchione! La breve pennichella gli aveva fatto "saltare" tutta la presentazione di Noè e l'ordine ricevuto da Dio di costruire un'arca impeciata dentro e fuori allo scopo di salvare ogni coppia di specie animale!
Ultima modifica di Raffaele2012 il martedì 7 maggio 2013, 21:47, modificato 1 volta in totale.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)
Avatar Pirovago
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3212
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Raffaele2012 » martedì 7 maggio 2013, 21:42

Lo studente della storiella si addormenta poiché vinto dalla noia. E’ vinto dalla noia perché l’argomento non gli interessa salvo poi provare maldestramente a rifarsi mettendo assieme il giardino dell’Eden e l’Arca di Noè.

Più o meno può essere accaduta la stessa cosa in quel di Castro. Per molti convenuti, forse, è stato molto facile ricordare la prima e l’ultima esibizione poiché solo in questi due frangenti hanno voluto/potuto destarsi dalla noia: specie con l’ultima performance poiché caratterizzata da una miriade di lanci multipostazione che hanno semplicemente eccitato occhi e orecchie.

In quest’ottica poco conta chi abbia sparato: primo e ultimo sono stati del Vicario e Vaccalluzzo, ma potevano anche essere Pannella e Di Matteo oppure Michele e Bruscella.

Ma quale è la morale? Che la noia non fa né un’opinione né un’idea né altro. Che solo l’attenzione permette di comprendere ciò che si osserva. Che l’attenzione, però, va dapprima “educata” conferendo alla persona coinvolta almeno una minima capacità di “lettura”.

Per carità, nessuno pretende fuochini che illustrano la Pirotecnica Aerea agli angoli delle strade né Comitati di Festa Patronale Esterna/sud Italia che danno vita ad apposite riunioni: basterebbe già cominciare da una proposta di sparata imperniata costantemente su bombe da tiro, spacchi e botta (nei notturni) e fermate, in modo da consentire allo spettatore una più corretta percezione della stessa.

Il resto della condivisione, in un’era informatica come questa, non può vedere distanti i mezzi di comunicazione e, soprattutto, gli appassionati in genere.
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)
Avatar Pirovago
Carlo
Moderatore
Messaggi: 4804
Iscritto il: venerdì 2 febbraio 2007, 8:39
Località: Recco (GE)
Contatta:

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Carlo » martedì 7 maggio 2013, 22:09

Alle volte, pirotecnicamente parlando, ci si accorge di non essere proprio così superati!
Ambasciatore nel mondo delle feste e tradizioni pirotecniche liguri
http://quartiereleopard.blogspot.it ossequi
Avatar Pirovago
picone
Pirovago Senior
Messaggi: 3810
Iscritto il: martedì 20 gennaio 2009, 13:56

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda picone » martedì 7 maggio 2013, 23:32



e gia' parole parole obbiettivo centrato.
Avatar Pirovago
maiorese
Pirovago Attivo
Messaggi: 363
Iscritto il: venerdì 10 luglio 2009, 1:03

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda maiorese » mercoledì 8 maggio 2013, 0:30

Caro Raffaele2012 siamo alle solite,nei tuoi ragionamenti vi sono cose esatte seguite però da cose non realizzabili e quindi solo teoriche.Prendiamo la problematica inerente alle sfere e alle cilindriche.Tu giustamente dimostri che il volume di una cilindrica pari raggio è superiore al volume di una sfera ma ti sfugge che una cilindrica,per questioni fisiche, difficilmente potrà sfondare in modo circolare,lo spacco non espelle dall'involucro in modo uniforme i componenti e comunque forma un cilindro più grande,che avrà due facce una circolare ed una allungata.Infatti molte volte gli intrecci si presentano allungati al pari delle controbombe che a seconda della posizione dello spettatore si presentando in modo diverso.La bomba sferica non ha questo problema,è tale da tutte le posizioni.Poi il maggior volume delle cilindriche pari raggio non significa assolutamente un maggior numero di componenti(stucchi,botte,stelle ecc.) cosa notoria a chi fabbrica tali artifici. Che le feste Patronali non siano una tua invenzione nessuno lo ha mai messo in dubbio,ma che tu voglia portarle in determinati binari è palese a tutti,ed è questo il punto su cui si è in netto disaccordo essendo,ripeto e sottolineo,solo un tuo modo di vedere un pò dittatoriale,poiche continui su tali idee senza tener conto,democraticamente,di chi non la pensa come te.Che le bombe da tiro siano la difficoltà tecnica maggiore è tutto da dimostrare,tu continui a darlo per scontato,immagina invece una sfera a due tre giri che a loro volta cambiano varie volte colore e che termina con una ripresa di peonie o di pupatelle.Basta così,se no Carlo ci inserisce di nuovo Mina con "Parole,parole".
Avatar Pirovago
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3212
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Raffaele2012 » mercoledì 8 maggio 2013, 10:46

maiorese ha scritto:Prendiamo la problematica inerente alle sfere e alle cilindriche.Tu giustamente dimostri che il volume di una cilindrica pari raggio è superiore al volume di una sfera ma ti sfugge che una cilindrica,per questioni fisiche, difficilmente potrà sfondare in modo circolare,lo spacco non espelle dall'involucro in modo uniforme i componenti e comunque forma un cilindro più grande,che avrà due facce una circolare ed una allungata.Infatti molte volte gli intrecci si presentano allungati al pari delle controbombe che a seconda della posizione dello spettatore si presentando in modo diverso.

Maiorese, è assolutamente comprensibile che una cilindrica spacchi nell'aria in modo diverso a seconda dell'ubicazione dello spettatore. Ma è proprio l'effetto fintamente democratico di uno spacco sferico a determinare quell'inganno visivo che si consuma a parità di diametro e "altezza".
L'arte e l'artiginato in genere, infatti, non sono sinonimi della parola "democrazia". Se la Pietà di Michelangelo, ad esempio, avesse la stessa lettura frontale anche sugli altri tre lati, è certo che ci trovremmo innanzi ad un'accoppiata di mostri a 8 facce (4 a testa) e non ad uno dei più grandi capolavori della scultura di ogni tempo.

------------------------

maiorese ha scritto:Poi il maggior volume delle cilindriche pari raggio non significa assolutamente un maggior numero di componenti(stucchi,botte,stelle ecc.) cosa notoria a chi fabbrica tali artifici.

Maiorese, dipende dalla quantità di polvere di spacco occorrente, e io l'ho sempre precisato, se ci hai fatto caso. A riguardo sarebbe assai interessante prendere atto dell'esperienza di più pirotecnici anche se è molto difficile che essi possano sbilanciarsi apertamente su questo forum.

------------------------

maiorese ha scritto:Che le feste Patronali non siano una tua invenzione nessuno lo ha mai messo in dubbio,ma che tu voglia portarle in determinati binari è palese a tutti,ed è questo il punto su cui si è in netto disaccordo essendo,ripeto e sottolineo,solo un tuo modo di vedere un pò dittatoriale,poiche continui su tali idee senza tener conto,democraticamente,di chi non la pensa come te.

Io un dittatore? Lo sarei se vietassi agli altri di scrivere. Siccome non lo faccio, il problema non si pone. Nè lo sono la ripetitività e il confronto dialettico: d'altro canto non mancano utenti che frequentano questo forum solo in occasione della loro kermesse patronale.

------------------------

maiorese ha scritto:Che le bombe da tiro siano la difficoltà tecnica maggiore è tutto da dimostrare,tu continui a darlo per scontato,immagina invece una sfera a due tre giri che a loro volta cambiano varie volte colore e che termina con una ripresa di peonie o di pupatelle.

Maiorese, puoi spiegarti meglio, per favore? Intendi una sfera con 3 intrecci che cambiano varie volte colore e che termina con una ripresa di peonie o di pupatelle?

------------------------

maiorese ha scritto:Basta così,se no Carlo ci inserisce di nuovo Mina con "Parole,parole".

Maiorese, ci dobbiamo preoccupare di Mina? Io, invece, ti invito a scrivere quanto pare e piace infischiandotene del resto.

P.S. Nulla di personale contro Carlo, ci mancherebbe! :D :smt023
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)
Avatar Pirovago
Carlo
Moderatore
Messaggi: 4804
Iscritto il: venerdì 2 febbraio 2007, 8:39
Località: Recco (GE)
Contatta:

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Carlo » mercoledì 8 maggio 2013, 11:09

Raffaele2012 ha scritto:P.S. Nulla di personale contro Carlo, ci mancherebbe! :D :smt023


Ma infatti io mi permetto solo di dissacrare un po', fa parte del mio carattere!

Raffaele2012 ha scritto:Maiorese, è assolutamente comprensibile che una cilindrica spacchi nell'aria in modo diverso a seconda dell'ubicazione dello spettatore. Ma è proprio l'effetto fintamente democratico di uno spacco sferico a determinare quell'inganno visivo che si consuma a parità di diametro e "altezza".

L'arte e l'artiginato in genere, infatti, non sono sinonimi della parola "democrazia". Se la Pietà di Michelangelo, ad esempio, avesse la stessa lettura frontale anche sugli altri tre lati, è certo che ci trovremmo innanzi ad un'accoppiata di mostri a 8 facce (4 a testa) e non ad uno dei più grandi capolavori della scultura di ogni tempo.


http://www.youtube.com/watch?v=8RCTWY8PrpI
Alle volte, pirotecnicamente parlando, ci si accorge di non essere proprio così superati!
Ambasciatore nel mondo delle feste e tradizioni pirotecniche liguri
http://quartiereleopard.blogspot.it ossequi
Avatar Pirovago
Raffaele2012
Pirovago Senior
Messaggi: 3212
Iscritto il: giovedì 22 marzo 2007, 16:49

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Raffaele2012 » mercoledì 8 maggio 2013, 11:13

One moment, please. Scrivere che una cilindrica spacca nell'aria in modo diverso a seconda dell'ubicazione dello spettatore è una c......a? Scrivere che non tutte le opere artistiche possono essere lette allo stesso modo dai 4 lati è una c......a?
I fuochi marciano nel tempo e nel silenzio. (Francesco Nicassio)
Avatar Pirovago
Carlo
Moderatore
Messaggi: 4804
Iscritto il: venerdì 2 febbraio 2007, 8:39
Località: Recco (GE)
Contatta:

Re: CASTRO (Le) - "Maria SS. Annunziata 2013" OFFICIAL WEBSI

Messaggioda Carlo » mercoledì 8 maggio 2013, 11:15

Il paragone!
Alle volte, pirotecnicamente parlando, ci si accorge di non essere proprio così superati!
Ambasciatore nel mondo delle feste e tradizioni pirotecniche liguri
http://quartiereleopard.blogspot.it ossequi

Torna a “Segnalazione eventi - anno 2013”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti